Microsoft App-V: Advanced Techniques and Troubleshooting

2,500.00

Microsoft Application Virtualization (App-V) consente la creazione di applicazioni che vengono eseguite come servizi gestiti centralmente. Le applicazioni App-V hanno il vantaggio di non dover mai essere installate direttamente sul computer dell’utente finale e non sono mai in conflitto con altre applicazioni.
in questo corso di formazione copriamo tecniche avanzate e risoluzione dei problemi per AppV, soprattutto nell’area del sequenziamento e del packaging.

Descrizione

Chi dovrebbe partecipare

  • Professionisti IT responsabili della gestione delle configurazioni e delle distribuzioni desktop
  • Professionisti IT che desiderano espandere le proprie conoscenze e competenze nella virtualizzazione

 

Prerequisiti

  • Esperienza nell’implementazione della virtualizzazione applicazione Microsoft

 

Obiettivi del Corso

Entro la fine del corso, i partecipanti avranno una profonda conoscenza di App-V e saranno in grado di sequenziare, risolvere i problemi e risolvere problemi complessi.

 

Contenuti del Corso

  • Introduzione
  • Panoramica del sequenziamento
  • Metodi utilizzati per il sequenziamento in App-V
    • Sequenziamento di un’applicazione basata sul Web
    • Creazione di un ambiente virtuale per l’applicazione
    • Sequenziamento di un’applicazione che codifica la sua installazione sull’unità C :.
    • Esecuzione di un aggiornamento Open for Package su un pacchetto esistente
    • Creazione di script in un file .OSD
  • Unione e sostituzione
    • Sostituzione di una chiave locale
    • Unione con una chiave locale
    • Sostituzione di una directory locale
    • Unione con una directory locale
  • Microsoft Office in App-V
    • Comprensione delle diverse versioni di Office
    • Sviluppo di un pacchetto di Office per App-V tramite Office Deployment Tool
    • Passaggi utilizzati per pubblicare il pacchetto Office
    • Personalizzazione e gestione pacchetti App-V
  • Confronto tra VFS e PVAD
    • Utilizzo della Directory delle applicazioni virtuali primarie (PVAD) nel sequenziamento
    • In che modo VFS e PVAD sono diversi in un ambiente virtuale
    • Come è possibile accedere a PVAD anche se nascosto alla vista
  • Distribuzione e test di Power-Shell
    • Download e installazione dei componenti del server App-v
    • Procedure seguite nella distribuzione power-shell
    • Seguirono passaggi comuni per testare la shell 
  • Informazioni su Run-Virtual in App-V
    • Una sottochiave viene aggiunta a run-virtual
    • Acquisizione di un cmdlet Power-Shell AppvClientPackage
    • Usa / appvpid: riga di comando <PID>
    • Utilizzare / appvve: <GUID>
  • Patch e aggiornamenti in App-V
    • Descrizione di cosa sono le patch e gli aggiornamenti
    • Comprensione di Hot-fix 8 per App-V 5.1
    • Come viene utilizzato Hot-fix 8 a scopo di aggiornamento
  • Uso degli script in App-V
    • Ulteriori informazioni sul programma di avvio degli script
    • Problemi associati alla soluzione di scripting app-v
    • Installazione di un ambiente di supporto per il programma di avvio degli script
    • Descrizione dei diversi tipi di script
  • Automatizzare la conversione in App-V
    • Si dovrebbe prendere in considerazione la quantità di tempo impiegata per la conversione
    • Anche il costo sostenuto è importante
    • Tecniche che possono essere utilizzate per la conversione in futuro
  • Acceleratori in pacchetti App-V
    • Descrizione degli acceleratori di pacchetto
    • Passaggi nella creazione di un acceleratore di pacchetto
  • Configurazione dinamica
    • Configurazione dei file utente
    • Configurazione dei file di distribuzione
  • Gruppi di connessione avanzati
    • La funzione del file del gruppo di configurazione e dove si trova
    • Un layout del file del gruppo di connessione
    • Configurazione di pacchetti in un gruppo di connessione
    • Gruppi di connessione virtualmente supportati
  • Integrazione client avanzata
    • Descrizione di cosa è l’integrazione client in App-V
    • Come viene raggiunta l’integrazione nell’App-V
    • L’importanza di avere l’integrazione client in App-V
  • Risoluzione dei problemi di App-V
    • Evitare le rabbit holes
    • Combinazione di diverse aree di conoscenza: fondamentale, operativa, contestuale
    • Utilizzo di Process Monitor per la risoluzione dei problemi
    • Risoluzione dei problemi del client App-V
    • Risoluzione dei problemi del file OSD
  • Debug client
    • Formazione regolare dell’assistenza clienti sulle funzioni di App-V
    • Riparare un package
    • Pulizia del gruppo di connessione
    • Comprensione dei registri client in App-V
  • Ottimizzatori di pacchetti in App-V
    • Comprendere cos’è l’ottimizzazione del pacchetto
    • Cosa viene fatto per ottenere l’ottimizzazione dello spazio
    • Cosa viene fatto per ottenere l’ottimizzazione delle prestazioni
  • Best Practices
  • Sommario e conclusione

Informazioni aggiuntive

durata

3 giorni, 5 giorni

erogazione

Flex, in Aula, On Site, Remoto